Guadagni reali sui siti verificati in Internet. Lavorare da casa con un blog: esempi reali

Lavorare da casa con Internet: Mega Guida al lavoro online

guadagni reali sui siti verificati in Internet

Il giro di affari dei siti di notizie false in Italia è difficile da calcolare: dipende dalla quantità di traffico che riescono a produrre attraverso i motori di ricerca e i social network, dai sistemi pubblicitari che utilizzano e dalla loro capacità создаем советник форекс creare più account, per condividere i loro contenuti e farli trovare più facilmente ai lettori.

I bassi costi di manutenzione dei siti, di solito creati utilizzando grafiche predefinite e piattaforme gratuite per la pubblicazione come WordPress, uniti alla possibilità di produrre molti contenuti con poco personale a volte una persona è più che sufficientecontribuiscono a ridurre le spese e a fare aumentare in proporzione i guadagni.

In linea di massima, più un annuncio è visto e cliccato, maggiori sono i ricavi per il proprietario del sito.

guadagni reali sui siti verificati in Internet

Alcuni di questi utilizzano forme ibride di promozione, dando la possibilità ai siti di mostrare al fondo delle loro pagine una serie di articoli correlati, che rimandano in alcuni casi ad altre pagine dello stesso sito e in altri a contenuti promozionali, o direttamente ai siti che fanno la pubblicità di un prodotto.

I loro articoli riportano notizie false di ogni tipo e — probabilmente per evitarsi denunce e altri problemi giudiziari — scrivono da qualche parte di essere siti umoristici, parodie e di satira, anche se poi i loro articoli non hanno niente di umoristico.

Nel frattempo il lettore ha effettuato una visita sul sito e ha visto gli innumerevoli banner pubblicitari, generando un ricavo per il gestore.

guadagni reali sui siti verificati in Internet

E queste sono le più innocue: poi ci sono quelle contro gli immigrati o contro questo o quel politico. La stessa tecnica è utilizzata anche da TzeTze, La Fucina e dagli altri siti che sono riconducibili a Casaleggio Associati. Cosa fanno Google e Facebook In seguito alla vittoria di Donald Trump alle presidenziali degli Stati Uniti, guadagni reali sui siti verificati in Internet diversi osservatori favorita dalla facilità con cui sono circolate le bufale su Internet e soprattutto sui social network, Google e Facebook hanno annunciato regole più severe nei confronti dei siti che diffondono notizie false.

guadagni reali sui siti verificati in Internet

Entrambe le società, per esempio, si sono impegnate a escludere questo tipo di siti dai loro servizi per la pubblicità online. Google e Facebook, che gestiscono due dei sistemi più grandi per le pubblicità online, non hanno finora fornito altri dettagli su come intendono escludere i siti, né con che tempi. E gli altri? La società è stata fondata a Parigi neloccupa quasi 2mila persone, è presente in 30 mercati e i suoi banner sono visibili su decine di migliaia di siti in giro per il Web. Nel ha prodotto utili per 62 milioni di dollari e ha un giro di affari intorno agli 1,3 miliardi di dollari.

Esistono parecchi siti che permettono di vendere cose fatte a mano, il più famoso è sicuramente Etsy. Si tratta dei sondaggi retribuiti online, compilabili via App, Smartphone o PC: è sufficiente avere una connessione ad internet e rispondere a domande di vario tipo.

Criteo nel suo regolamento si riserva il diritto di interrompere il rapporto commerciale con un sito nel caso ci siano violazioni delle norme, ma non cita mai esplicitamente i siti di notizie false; anche gli altri servizi per la pubblicità online hanno termini e condizioni simili.

Come nel caso di Google e di Facebook, anche per gli altri servizi per la pubblicità online non è molto chiaro come siano eseguiti i controlli e quanto siano frequenti.

guadagni reali sui siti verificati in Internet

Il business delle bufale è molto redditizio, perché i siti che le diffondono riescono spesso a raccogliere molte visite. Per quali sono i vantaggi dellopzione piattaforma per la pubblicità di medie dimensioni è difficile rinunciare a un cliente che produce molte pagine viste, anche perché è il primo dato cui sono interessate le aziende quando valutano di farsi pubblicità online.

Leggi anche